1.5.13

Paperone Senza

Alla prossima con: "Paperone senza cappello" e "Paperone senza bastone". E perchè non continuare con "Paperone senza ghette"? E non vi chiedete a quando un "Paperone senza palandrana"? E magari vorreste vedere anche "Paperone senza soldi" e "Paperone senza famiglia", "Paperone senza cibo" e "Paperone senza fissa dimora"; e "Paperone senza malizia" dove lo mettiamo? E il "Paperone senza testa", e il "Paperone senza fegato" e il "Paperone senza dignità" li facciamo anche questi? Ma voi, Voi, lo sapete che cos'è la dignità? E tu guardami negli occhi mentre ti ritraggo!

"Paperone senza occhiali"

12.4.13

Paperi Chiatti: Lo Sceneggiato a Puntate.

Paperleaks. Questo ciclone che sta sconvolgendo mezza Paperinia, miete le prime vittime. Piume e sangue, dolori reumatici, prese di posizione e timori reverenziali. Accoltellamenti? Forse. Paura, nostalgia, rabbia e tormento. Sangue l'ho già detto? Sì. Porte che si aprono, pasti mangiati velocemente, scalpiccii rapidi. Rumori nella notte. Bollette salate, prestiti finiti male, amori rubati. Amore. Tanto amore. Schiaffi d'amore, pugni d'amore, carezze d'amore. E poi giù botte da orbi, e sudore, quantità di sudore superiore alla media.
E scippi.


29.2.12

a4god


g-tech c4 su carta ruvidona, formato a4

cos'è a4god? a4god prima che un'idea è praticamente un coso, una specie di raccoglitore di fogli a4, come uno scatolo, ma più leggero e performante di uno scatolo, e anche più bello a vedersi. e quindi dicevo che a4god è questo specie di scatolo di design con dentro dei fogli, molti fogli, più di un cento fogli formato a4 e disegnati da più di cento persone diverse, ogni persona un disegno. sì, ma che tipo di disegni? una cosa alla volta. ritorniamo un attimo allo scatolo: per esempio, di che materiale è? di cartone, immagino. dicevo i disegni, bene, i disegni sono molteplici, e fin qui ci eravamo arrivati; quindi anche gli stili sono molteplici, facciamo 105 stili differenti per 105 illustratori differenti. e qui andremo ad aggiungere un particolare nuovo e di rilievo, che è quello del tema del disegno. sono forse questi disegni dei disegni a piacere? la risposta è ovviamente no, cioè si spera che ogni disegnatore abbia provato piacere nel tracciare il proprio sul suo bel foglio a4, ma fate bene attenzione che quel che li accomuna tutti è un tema ben preciso: una personale visione di dio. spazio quindi al vecchio con la barba e la tunica bianche; largo alla signorina dalle forme aggraziate e dalle numerose braccia; ecco allora che spunta l'animale esotico a tre teste e vestito a festa; la parte anatomica, l'oggetto, ecco il puro concetto astratto senza capo né coda. ma perché questo scatolo ripieno di disegni di dio, si chiederà più di qualcuno di voialtri? perché si sentiva il bisogno di chiudere centinaia di dii dentro all'oramai famoso scatolo? perché sì. perché dio va rinchiuso, è pericoloso, ed è qui che entrano in campo gli artisti, che con quella loro aria di superiorità credono di poter sfidare chiunque, anche dio. e chi più chiunque di dio? non so, fate un po' voi. arrivederci dunque a bilbolbul, la fiera internazionale del fumetto che mancava, dove questo benedetto scatolone pieno di fogliacci martoriati vi verrà donato, con una pacca sulla spalla, in cambio di una manciata di danaro e senza spese aggiuntive. che altro dire? andate a bologna, in pace. e per chi volesse informarsi veramente, ma vero vero vero vero vero vero vero vero vero veramente, vuoi sugli artisti che hanno partecipato al progetto, vuoi sui suoi curatori, vuoi sul perché e sul percome di a4god, insomma, può dare un'occhiata al sito apposito, verso cui verrete catapultati cliccando sull'immagine sottostante, vergata a penna biro sulla busta della lettera contabile della banca proprio per l'occasione.


a4god ha anche una pagina facebook, visitabile pigiando con la manopola che serve per muovere la freccetta, qui.

11.1.12

hearts

gif animator

ciao, vecchi amici. lo so, la pausa cesso è stata lunga, e oltretutto mancava la carta igienica, ma sono tornato. più puverille che mai! ...oh, noooo!

28.4.11

freak show! corso di fumetto per gente con il naso normale!

dal blog dell'amico marco corona (che pure si è dimenticato del mio compleanno pur essendo a soli due giorni dal svo, che vigliaccata!):

20.4.11

raccorti sociali

il mio amico cosma

molto presto, in agguato in ogni anfrattone nazionale, il festival di cortometraggi tematici raccorti sociali. un progetto, quello dei raccorti, estratto nel duemilatré dalle miniere mentali del mio amico cosma ognissanti, trasformatosi e cresciuto nel tempo (il festival, non cosma, quello è rimasto sempre uguale).
ecco qui sulla destra una diapositiva del logo della prima versione del concorso, in qualità pessima per venire incontro alle vostre esigenze, disegnato da un puverille poco più che ventenne, ma drogato.

così raccorti pisani, dopo qualche anno diventa toscani e poi sociali. quest'anno, per la terza edizione della versione a tema sociale, cosma mi ha chiesto di inventarmi un'illustrazione per la locandina, e io ho tentennato. poi lui mi ha promesso del danaro, e io allora ho accettato, felice, fiero di rendermi utile, puverille per il sociale.

capito? lui che è amico paga, paga grosso, e io piglio, lui mi dà e io piglio, è così che si fa, non è la regola ma dovrebbe esserlo, quando si fanno dei disegni per qualcuno: si viene pagati. me lo disse, il mio psicotropo: "disegnare è un lavoro come un altro, è un po' come fare il ragioniere, solo che anzichè segnare i conti, conti i segni, quindi alza la testa e fatti pagare, sennò a me come me le paghi le sedute, coi disegnini? col cazzo!". ciao.
questo è il font che ho disegnato per la locandina, apprezzato, 
ma non utilizzato dai grafici per mancanza delle dovute skills.

27.3.11

natura morta con mangiamerda

quei bravi ragazzi lucani del collettivomensa che fanno questa rivista che si chiama collettivomensa, mi hanno gentilmente chiesto di partecipare al prossimo numero di collettivomensa. io ci ho fatto questo fumetto che ai più fa cacare ma che oramai è uscito così. cosa dovrei fare? gettare la spugna ogni volta che faccio una cacata? manco per il cazzo, qua si fa il collettivomensa o si muore, merda!

23.3.11

fatti una banana che contiene potassio, fatti una banana che contiene potassio, fatti una banana che contiene potassio...

cari bonobo, questo post non contiene disegni, bensì un grafico sui livelli di esposizione alle radiazioni, ovvero dettagliate istruzioni nel caso vogliate farla finita e andare lo stesso in paradiso. basta farsi due calcoli. se siete accompagnati da un essere umano fatevi aiutare da lei/lui e cercate di riferire a gesti alla prestigiacomo quante banane nel sedere ci vogliono, grazie.

7.3.11

paperi chiatti mode: on

zio anatrone is coming back with diamonds.

15.1.11

tratto da una storia inventata

dell'adattamento a fumetti di un breve ma intenso racconto di origine sessuale, e che vedrà (forse) l'uso di retini creati alla bisogna. praticamente come andare in palestra a fare pesi, in autobus, indossando solo degli slip. rosa.

29.12.10

musica: che passione!

ciao teste a banana, passato un buon natale? spero proprio di sì. u-uh, davvero. u-uh, sissì, eeeé. no, davvero, mh-mh, sissirisìssi!
comunque! giusto il tempo di asciugarmi la bile dal mento ed eccomi pronto a segnalare l'uscita in libreria dei nuovi libri di testi commentati per i tipi di arcana. uno su johnny cash, l'altro sui beatles, solite illustrazioni di copertina mie, sempre collana txt.
per il resto che vi devo dire... niente.
ho un flauto nuovo della yamaha.
il flauto yamaha, a differenza della chitarra yamaha, è pratico e maneggevole. quando mi sveglio alla mattina, esso è lì sul comodino, non come quella là, la chitarra, ferma nella sua custodia chiatta, lontana da me. quando spiffero la mattina, e ispirato dalla semplicità dello strumento creo una bella melodia, non solo il mio umore ma tutto il mondo intorno a me ne risente. qualcosa cambia nel tutto, c'è comunicazione, non so se mi spiego, non è facile. ad esempio: stamattina ha bussato un vecchio alla porta di casa e mi ha detto che avrebbe parlato con l'amministratore del condominio proprio del mio flauto della yamaha. capito? è il cerchio della vita.

4.11.10

note dalla terra dei padri


che aspettate? accorete in numero maggiore di 12 (dodici), alla sala da the™ del forte prenestino™ di roma. dove sta il forte prenestino™? ma a centocelle, naturalmente! il confortevole quartiere di drogati & rapinatori di anziane vedove di cui tutti parlano! ci scommetto il testicolo sano che vi chiederete adesso perchè centocelle si chiama centocelle, bene: il forte prenestino™, questa bella costruzione del 1800 secolo più secolo meno, ospita al suo interno, oltre alla famosa sala da the™ già citata (e su cui, diciamolo, tutte le ragazze ed i ragazzi non dico di roma ma D'ITALIA INTERA amano scambiarsi opinioni ed impressioni, vuoi su quella decorazione sopra il bancone dei salami, vuoi su quella bella cameriera dagli occhi vacui, vuoi su quel nano impagliato sopra al camino), una confortevole prigione dotata non di dieci, non di venti, non di trenta, signori, ma di ben CENTO CELLE PVTRESCENTI! e allora, davvero, che diavolo state aspettando? venite a frottòne in galera e già che ci siete passate dalla sala da the™, dalla oramai famosa sala da the™, che ospita nelle sue viscere calcaree alcuni dei miei disegni, piccoli, incorniciati, appesi, e già ammuffiti, mi viene la pelle d'oca solo a pensarci, ma forse quello è solo lo scorbuto. baci e abbraccioni.

17.6.10

il pasto chiatto

crack! fumetti dirompenti, il festival internazionale del fumetto organizzato nelle segrete del forte prenestino in roma, giunge alla sua sesta edizione. ogni anno tanti disegnatori di mondiale provenienza vengono invitati a parteciparvi, molti altri si autoinvitano, qualcuno arriva solo per rovinare la festa, come nel vecchio film di polanski.
chiaro omaggio degli organizzatori ai balli scolastici di fine anno americani, ogni edizione del festival propone un tema diverso. quello dell'anno scorso, pur essendo in loco, non me lo ricordo. forse perchè nel mio culo si svolgeva un altro festival a tema: "emorroidi del 4° tipo & rapimenti alieni" e il lettore più attento e smaliziato avrà a suo tempo seguito sulle pagine di questo blog l'avvicendarsi delle notizie fino al loro epilogo finale, video in streaming, la spettacolare esplosione di fluidi dalle terrazze est di castel sant'angelo.
"hate & love" il fil rouge di quest'anno, 16, 17, 18 e 19 giugno i giorni dell'evento.


nell'antologia di brevi storie a fumetti dedicata, anche una mia, "carnazza", oltre a quelle del talentuoso ma purtroppo bravissimo tiziano angri. presenti all'appello anche il sosia di tim robbins con la barba, l'ottimo duccio boscoli, e volevate che non ci fosse pure marco corona, ovviamente, a quello chi lo schioda, una volta che ha preso la poltrona non la molla più; e ancora altri fetentoni che ora non mi soggiungono ma semmai poi ci si mette una pezza grazie a questo internet orwelliano fatto di notizie che un giorno sono così e dimane cosà, sai tu? e come fai.

 Carnazza
(puverille for crack! 2010)

piccolo aggiornamento che c'entra come le melenzane a colazione: ziguline, la nota testata giornalistica famosa per aver scoperto le scorze di mellone, nella figura del buon giuseppe d., riserva apposta apposta per me un bell'articolozzo, e io me ne giovo e me ne fo vanto senza meno.

20.5.10

frigidaire entra nei quaranta

frigidaire, la rivista famosa per aver creato scompiglio e subito rimesso le cose al loro posto, compie trent'anni. chi l'avrebbe mai detto? io sì, e magari anche voi, ma LEI?
a festeggiare il lieto evento ci pensa la solita mandria di focozzoni coi loro omaggi disegnati ed esposti in ordine casuale alla mostra FRIGIDAIRE 1980-2010 30 anni di Arte Maivista, organizzata da nigraz (che poi altri non è che simone pontieri) al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro, dal 30 maggio al 27 giugno.
fig3: nigraz, "particolare a caso della mostra", pixel 1334 x 978

15.4.10

mississippi gorgling

continuano imperterriti ad uscire nei negozi specializzati i libri di testi commentati editi da arcana. jeff buckley: chi era costui? un uomo? molti dicono di sì. un uomo esile, dalla voce calda e pastosa e quando necessario alta e graffiante come quella della mia dirimpettaia. figlio di tim, jeff era stato educato alla buona vecchia musica di una volta sin da piccolo. grande imitatore di voci, faceva spesso sfoggio del suo talento durante i concertini live: chi non ricorda quella volta, a philadelphia, quando sorprese tutti con una parodia della iervolino? cascò il teatro off.

JEFF BUCKLEY. DARK ANGEL.
arcana edizioni. collana txt.

13.4.10

guida illustrata al frastuono più atroce vol. 2

eccolo, lo aspettavate? no? e se sì, dovo trovarlo? nelle officine? noooooo! dal fruttivendolo? nooooo! nelle mesticherie? forse. se invece, come me, volete distinguervi dalla massa, questa famigerata massa di cui tutti parlano, ordinàtelo direttamente qui, a prezzo di fabbrica. oppure fate come dio comanda e recatevi in pellegrinaggio ad urbino per la prima presentazione ufficiale, nei giorni 16, 17 e 18 aprile giocateveli sulla ruota di palermo senza esitare.

8.4.10

bobiiii! vieni qui, bello! ...bobi! macchè.


nella libreria sotto casa tua NICK DRAKE. JOURNEY TO THE STARS., il libro di testi commentati che ogni fan dei sosia ripuliti di jim morrison dovrebbe avere in tinello.
arcana edizioni, collana txt.

30.3.10

deragliamenti festival: un fenomeno di successo


Festival del fumetto autoprodotto
Urbino, La Stazione, 16-17-18 Aprile 2010

Dal 16 al 18 Aprile, presso la Vecchia Stazione Ferroviaria di Urbino,si terrà la prima edizione di Deragliamenti, il festival del fumetto autoprodotto.
In questo suggestivo scenario, tra i binari abbandonati, sarà allestita l’area per le riviste e le produzioni editoriali indipendenti; non mancheranno gli incontri con gli autori, i dibattiti e i confronti e poi ancora video proiezioni, musica e aperitivi all’insegna dell’arte.
Deragliamenti è uno spazio libero e autogestito dedicato al mondo sotterraneo ma non sconosciuto del fumetto d’autore autoprodotto, che vanta in Italia realtà innovative e in continua crescita; è un’occasione per la città di Urbino e per il suo territorio di ospitare un evento di respiro nazionale su un linguaggio contemporaneo, così importante, come quello del fumetto.
Programma:
Venerdì 16 Aprile:ore 15:00 apertura stands e presentazioni riviste
ore 18:00 aperitivo e proiezioni video
ore 22:00 inizio concerto “ Big Lucho all stars “
Sabato17 Aprile:ore 15:00 apertura stands e presentazioni riviste
ore 18:00 aperitivo e proiezioni video
ore 22:00 DJ Waffi (noise,new wave,elettro…), I DJ Della Mutua Live set
Domenica 18 Aprile:ore 15:00 apertura stands e presentazioni riviste
ore 18:00 aperitivo e proiezioni video


Ingresso: gratuito


Deragliamenti è realizzato grazie a:
Ideatore: Ciro Fanelli
Collaboratori: Giusy Noce, Lucio Villani, Rocco Lombardi
Partner: Crack! Fumetti dirompenti, La Stazione, Fattoria didattica L’Alveape
Locandina di Andrea Bruno

15.2.10

addavenì paperone (aggiornato)

aggiornamento: 15 marzo ore 10:52
ecco dunque una piccola anteprima in anteprima delle due paginette su jo squillo e la kandeggina. con un minimo ritardo di circa 1 mese, il fumetto è stato stamane consegnato alle autorità competenti, che provvederanno ad imbastire un faldone di prossima pubblicazione. fine.

a meno che...


aggiornamento: 15 marzo ore 9:30
paperi chiatti nel lavandino, paperi chiatti nella dispensa, paperi chiatti fan capolino, pur dichiarandone totale assenza. vado un attimo a fare colazione da "pomello", il bar sotto casa, e torno con un'anteprima del fumetto finito e una transaminasi da petroliere in pensione ad acapulco.
aggiornamento: 6 marzo 2010

non ci sono più dubbi: su questo fumetto non c'è posto per i paperi chiatti.
in preparazione un fumettiello, scevro di qualsiasi papero chiatto (forse), su jo squillo e la kandeggina gang, per guida illustrata al frastuono più atroce vol. II.

6.2.10

i can't believe you actually died


un saluto all'amico, ma soprattutto al nemico.
è da poco nata una collaboratione tra ME MEDESIMA e la storica casa editrice arcana, che prevede una coverata totale della collana txt, dedicata alla traduzione commentata di testi musicali.
il primo volume della serie (già pubblicato e presente in ogni libreria del regno), dal criptico titolo GUNS N' ROSES Fuckin' Crazy. Testi Commentati, vede in copertina un axl oramai in mutande, ma almeno senza treccine.

3.2.10

questa collaborazione tra italia e giappone ha dato i suoi frutti

vorrei incominciare questo post citando le parole di un vecchio amico. egli soleva dirmehehah! watch out from the dracu coming from futuru to know your anima! la morte supra nos! ahaheh! gh! heeh! heah!... no contemplate mio pagal ipsum..eh? eeeh? la-bas nous avons il diabolo! ..eh....mlaaa!..ahah!... ugly come Salvatore!..eh?!... aah! quindi vi saluto e vi rimando alle prossime puntate, in cui vedremo molti disegni nuovi di pacca e scopriremo assieme delle cose che fino ad ora sono rimaste segrete, inducendovi a credere che il protagonista se ne stesse con le mani in mano a baloccarsi del niente, con la bava alla bocca e lo sguardo all'intonaco, questa non torna in italiano. a presto allora, giuocatevi il 12, il 36 e il 78 sulla ruota di bari e se vincete fate una carezza ai vostri figli e dite loro una parola di conforto.

20.11.09

gossip! culi! molestie! cocaina! eroina! caffeina! amigdale all'ingrasso! e altre scioccanti nudità!




ehi, dottor annibal! quando ha finito, metta il cucchiaio a posto, per favore! noo, ne prenda ancora un pezzetto, non faccia complimenti!